Monumenti d'Italia

Antico Ospedale Maggiore
In Provincia di Milano, Regione
Chiamato dai milanesi Ca' Granda. Voluto da Francesco Sforza nel 1456 per riunire in un'unica sede le case ospedaliere della città. Il corpo centrale fu progettato dal Filarete. L'interno e' dominato da un maestoso cortile a portico con colonne e grandiosa loggia. Fu adibito a ospedale fino al 1942, ma ora ospita il rettorato e alcune facolta' dell'Universita' degli Studi.

 
 
Arena Civica
In Provincia di Milano, Regione
Opera di Luigi Canonica del 1806, è un anfiteatro ellittico che può ospitare fino a 30 mila spettatori. Per la sua costruzione vennero utilizzati materiali recuperati dalla demolizione delle fortificazioni del Castello Sforzesco. Nata come teatro, veniva usata anche per la ricostruzione delle battaglie navali, realizzate allagando lo spazio erboso con le acque del Naviglio. Qui si svolgono tutt'ora importanti meeting internazionali di atletica leggera, manifestazioni e concerti.

 
 
Basilica di Sant'Ambrogio
In Provincia di Milano, Regione
La Basilica, la cui costruzione fu iniziata nel 379 d.C., venne consacrata nel 387 da Sant'Ambrogio; subì nei secoli vari ampliamenti, manomissioni e venne bombardata durante l'ultima guerra. Ha conservato la sua solennità e la sua austerità tanto da essere tuttora considerata uno dei capolavori del romanico lombardo. L'interno racchiude monumenti, cimeli, reliquie, opere d'arte di 1600 anni di storia milanese.

 
 
Castello Sforzesco
In Provincia di Milano, Regione
Ingresso gratuito, esclusi i musei del castello. Il castello é chiuso nei seguenti giorni: 25 dicembre, 1 gennaio, 1 maggio, 15 agosto. Rocca difensiva, reggia ducale, caserma militare e, infine oggi sede di musei e istituzioni culturali, il Castello Sforzesco è certamente uno dei monumenti più interessanti di Milano. Con i suoi 200 metri di lato, i tre cortili, le merlate, i sotterranei e i capolavori che contiene, il possente maniero è fonte di continue sorprese. La costruzione fu terminata nel 1368, dopo 10 anni di lavori, ma dopo la caduta degli Sforza, venne distrutto. Fu ricostruito da Francesco Sforza ed eletto a dimora, nonchè sede del ducato, dal figlio Galeazzo Maria che inoltre lo fece abbellire di molte opere d'arte, ampliò il giardino ed eseguì modifiche architettoniche. Restò intatto fino al 1733, quando i francesi ed i Savoia ne fecero scempio. Nel 1839, l'architetto Luca Beltrami, dopo studi e ricostruzioni documentate gli ridiede l'aspetto quattrocentesco che possiamo ancora oggi ammirare.

 
 
Certosa di Garegnano
In Provincia di Milano, Regione
La fondazione, dovuta all'Arcivescovo Giovanni Visconti, risale al 1349. Dell'antica Certosa nulla è rimasto dopo la costruzione, avvenuta a cavallo fra il Cinquecento e il Seicento. Nell'interno, le pareti della navata sono decorate con affreschi di Daniele Crespi (1629) che raccontano storie di Certosini e del loro fondatore S.Brunone. Annessa alla Certosa si trova la Chiesa di Santa Maria Assunta in Garegnano, opera di carattere tardorinascimentale di Galeazzo Alessi e Vincenzo Seregni, ma terminata nel Seicento. Si raccomanda di rispettare il massimo silenzio qualora si visiti la Certosa durante le funzioni religiose.

 
 
Chiesa di San Babila
In Provincia di Milano, Regione
Sorse nell' XI secolo su di una preesistente basilica del IV secolo. La struttura originaria è falsata dai numerosi rimaneggiamenti rinascimentali e dai restauri dei primi del Novecento. Vi fu battezzato Alessandro Manzoni. Degna di nota è anche la colonna del "Leone di Porta Renza" innalzata dalla famiglia Serbelloni nel 1626.

 
 
Cimitero Monumentale
In Provincia di Milano, Regione
Realizzato tra il 1863 e il 1866, è opera dell'architetto Carlo Maciachini. Sono presenti opere di architetti e scultori quali Luca Beltrami, Mosè Bianchi, Medardo Rosso, Vincenzo Vela, Ettore Ximenes, Adolfo Wildt, Francesco Messina, Pietro Cascella, Giacomo Manzù. Sotto l'ingresso principale sono sepolti cittadini illustri fra cui: Arrigo Boito, Luigi Cagnola, Arturo Toscanini, Alessandro Manzoni, Salvatore Quasimodo, Carlo Forlanini, Carlo Cattaneo, Amilcare Ponchielli, Francesco Hayez.

 
 
 
 
Duomo di Milano
In Provincia di Milano, Regione
E' il più straordinario esempio di architettura tardo gotica italiana, oltre che terza chiesa cattolica del mondo per dimensione (dopo la basilica di S.Pietro in Vaticano e il Duomo di Siviglia), può ospitare 40.000 persone. Iniziato nel 1386 per desiderio di Gian Galeazzo Visconti, sorge sul luogo della basilica altomedievale di S. Maria Maggiore. Per la sua costruzione fu impiegato il marmo proveniente dal lago Maggiore che veniva trasportato su chiatte lungo il Ticino, poi attraverso il Naviglio Grande, fino ad una darsena che doveva trovarsi in corrispondenza dell'attuale via Laghetto. La guglia più alta arriva a 108.5 metri ed è quella sormontata dalla statua della "Madonnina" rivestita di 3900 lamine d'oro. E' possibile visitare il tetto del Duomo, luogo di singolari passeggiate tra le guglie (che sono ben 145) e da dove si possono ammirare suggestivi panorami della città. All'interno della cattedrale scendendo sotto il sagrato del Duomo, si trovano i resti del Battistero di S. Giovanni alle Fonti, punto di partenza per una fugace, ma interessante visita a quanto rimane della Milano romana. Nel vicino Palazzo Reale si trova il Museo del Duomo, completato e rinnovato, che ospita documenti sulla costruzione della cattedrale e opere d'arte originariamente appartenute al Duomo e ricoverate nel museo per evitare che intemperie e smog le rovinassero (sul Duomo sono state collocate perfette copie).

 
 
Fontana a Giuseppe Grandi
In Provincia di Milano, Regione
La fontana è un grande complesso monumentale, operda di Werther Seveer e Emil Noel Winderling, rappresentante il confronto tra l'uomo e l'inarrestabile corso della natura.

 
 
Fontana del Piermarini
In Provincia di Milano, Regione
Fino agli inizi del secolo questa poteva dirsi l'unica fontana decorativa della città, tanto da dare il nome alla piazza milanese tragicamente famosa. I disegni originari sono del Piermarini ma alla struttura originaria vennero apportati dei cambiamenti e alla fine del 1700 venne aggiunto il gruppo tra la vasca inferiore e quella superiore, formato dalle sirene a cavallo dei delfini.

 
 

Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Successiva

Pagina 1 di 10